Destiny Lore: Cosa sappiamo dell’Oscurità? [Parte 4]

-

SEGUICI ANCHE SU TWITCH!

In questi giorni si parla molto dell’Oscurità. ma cosa ne sappiamo fino ad ora?

Come avrete capito giocando a Destiny 2 o andando a leggere i nostri precedenti articoli di Lore (nello specifico quello sulle basi di Destiny) saprete che tutto ciò che facciamo è atto ad un unico e grande scopo: fermare l’Oscurità, sconfiggere le sue forze e far trionfare la Luce. 

Nelle precedenti tre parti di questa serie di mini articoli sull’Oscurità abbiamo parlato dei Vermi, della Corruzione e delle Creature Oleose. Potrete recuperare tutte e tre le parti cliccando sul loro nome qui sopra. Oggi andremo ad esplorare un altro argomento legato all’Oscurità ossia il Principe Uldren. 

Il Principe Uldren.

In questo e nel prossimo articolo andremo a parlare della Lore introdotta dall’espansione dei Rinnegati. Inizieremo da Uldren Sov.

Uldren è il fratello della Regina degli Insonni e durante le cinematiche della suddetta espansione sembra infuso dall’Oscurità che possiamo notare sulla sua pelle e nei suoi occhi dalla tinta nera.

Durante la missione finale della Campagna dei Rinnegati vedremo Uldren fare uso di questo potere mentre cerca di liberare “Mara”, che in realtà è Riven che sta plagiando la mente del principe. Esso infatti userà questo potere Oscuro che rilascerà proprio dagli occhi combinandolo con un Frammento del Viaggiatore che aprirà l’accesso alla Città Sognante. 

Tutti sappiamo come gli insonni a partire da Mara Sov siano nati grazie all’incontro tra la Luce e l’Oscurità. Dunque non c’è da stupirsi se Uldren riesce a combinare queste due forze, legate intrinsecamente alla sua razza ed alla sua natura per aprire il varco per la Città Sognante. Ma chi ha infuso Uldren di quel potere oscuro? Si tratta di una forma di Corruzione oppure è l’ennesimo aspetto dell’Oscurità? Ancora una volta, purtroppo, la risposta non è così semplice da fornire.

Nel prossimo articolo andremo a parlare degli Infami. 

- Advertisement -

Ricordati di passare a trovarci nella nostra community TELEGRAM e sul nostro canale YOUTUBE promosso da Top Games, non perderti nemmeno una notizia e diventa un nostro sostenitore, basta un like e un’iscrizione al CANALE!

Samuel Niegovan
Sono Samuel Niegovan nato a Trieste il 20 Novembre 1995. Attualmente presso il sito Gaming Today mi occupo della scrittura di articoli.

Sempre con i nostri lettori!

Ricordati di passare a trovarci nella nostra community TELEGRAM e sul nostro canale YOUTUBE promosso da Top Games, non perderti nemmeno una notizia e diventa un nostro sostenitore, basta un like e un’iscrizione al CANALE!

Sponsored By

Ollo Store - F1

Ultimi post

DESTINY 2 ▶️ SIAMO I BETA TESTER PAGANTI PER TUTTE LE INVENZIONI DI BUNGIE ▶️ TALKING ABOUT

DESTINY 2 SIAMO I BETA TESTER PAGANTI PER TUTTE LE INVENZIONI DI BUNGIE TALKING ABOUT Bungie ci sta usando come beta tester paganti, l’assurdità è che Bungie non ci sta trattando come tali.Succedono cose, succedono assurdità e non possiamo fare mica tanto per evitarlo…cosa facciamo? PER ACQUISTARE VALUTA DI GIOCO SCONTATA: https://bit.ly/TopGmes-Aoeah Giocate per divertirvi…

Film Gennaio 2022 Netflix

Cosa vedere su Netflix questo primo anno del 2022 ? andiamo a vedere Film gennaio 2022 Netflix Nessuno come noi -1 Gennaio Love etc -1 Gennaio Passengers – Mistero ad alta quota -1 Gennaio Percy -1 Gennaio The reader – A voce alta -1 Gennaio Sicario -1 Gennaio Bad Boys For Life -3 Gennaio Doctor…

Chainsaw Man 3-6, la videorecensione

Abbiamo recensito per voi i numeri dal terzo al sesto di Chainsaw Man, serie manga scritta e disegnata da Tatsuki Fujimoto L'articolo Chainsaw Man 3-6, la videorecensione proviene da Fumetti - BadTaste.it.

Forspoken, il nostro primo contatto con Frey Holland e il mondo di Athia | Anteprima

Negli scorsi giorni abbiamo avuto occasione di sbirciare oltre il velo dello sviluppo di Forspoken, GDR d'azione in uscita il prossimo anno L'articolo Forspoken, il nostro primo contatto con Frey Holland e il mondo di Athia | Anteprima proviene da Videogiochi - BadTaste.it.

Microsoft con 70 miliardi di dollari manda a casa i competitor

La storia di Microsoft nelle console wars ha tutto quel sapore dei film anni 80, dove il nerd ha la sua rivincita sui bulli e finisce per diventare un’eroe che rimarrà nella storia. Peccato però che non tutti la pensino così, e anzi per certi versi sembra più la storia di Jhonny Lawrence prima dell’uscita…

categorie popolari

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

LE Nostre guideShhhh è un segreto!
Non perderti nemmeno una delle nostre guide!

Pokemon Verde Foglia: (monoerba) Pt8 Settipelago e Sabrina

Presa la medaglia da Blaine, veniamo letteralmente rapiti da Bill che ci costringe a seguirlo al settipelago.Si tratta di un nuovo set di isole esclusive di questa versione del gioco e che non erano presenti nelle versioni originali di Pokemon Rosso/Blu/Verde/Giallo.Per proseguire la storia dovremmo esplorare le prime 3 isole e risolvere una specie di…

Dragon Quest 1 NES – Pt.2 Garinham

Eravamo rimasti ai pipistrelli e fantasmi.I 2 nuovi nemici non sono troppo forti ma sanno essere pallosi, in particolare i fantasmi richiedono tra i 3 e 4 colpi per essere uccisi.(Magari evitateli fino a che non salite al livello 4)Farmiamo un’altro pochetto, quel tanto che serve per riuscire finalmente a completare l’equipaggiamento base.Ora abbiamo una…

Dragon Quest 1 NES: Pt.3 Kol

In questa parte della “guida” (non è una vera guida ma più un let’s play per divertirci) ci dedichiamo al farming, tanto c’è poco da fare, bisogna livellare un pò altrimenti proseguire diventa impossibile.Nell’area circostante troveremo dei Magidrakee, sarebbero i pipistrelli rossi, la versione più forte dei pipistrelli base.A dire il vero forse sono anche…

Pokemon Verde Foglia: (monoerba) Pt.5 Erika e Torre Pokemon

Eravamo arrivati al covo Rocket collegato al casinò di Azzurropoli.Come “dungeon” non è troppo complicato, gli allenatori sono abbastanza debolucci e tutti con i classici pokemon da Team Rocket (Ekans, Koffing, Rattata, Zubat, Grimer)L’unica parte in cui bisogna accendere un minimo (ma proprio un minimo eh) il cervello è quella dei pannelli rotanti.Arriviamo davanti al…