Opinione

Un'incredibile interpretazione dell'uomo e della sua vita, qui vista come una proiezione digitale con cui le macchine vorrebbero controllarci. Titolo per gli appassionati di armi e latex, rivoluzionario per l'epoca e gli effetti speciali.

Matrix

- Advertisement -

La Storia di Matrix

Thomas Anderson è un umile impiegato presso la Metacortex come programmatore di software. Conduce una duplice vita, dove di giorno è il tipico cittadino modello, mentre di notte vive come Hacker, facendosi chiamare Neo. Ben presto attira l’attenzione di alcuni agenti,Smith, Brown e Jones, venendo arrestato ed interrogato (in questa occasione gli viene anche installata una cimice addosso). Poco prima infatti era stato contattato da una certa Trinity, la quale gli fa da tramite per una personalità ancora più nota, Morpheus, che chiamerà direttamente il giovane Neo per salvarlo.

La scelta che gli viene posta da Morpheus è semplice ma importante, aprire gli occhi e scoprire la verità o rimanere in un mondo fittizio, che vuole essere una facciata per l’intera umanità.

Personaggi principali: 

Neo: il protagonista, scoprirà in seguito che era colui che Morpheus cercava da tutta una vita, l’eletto, colui che porrà fine all’eterno scontro con le macchine.

Morpheus: uno dei capitani della città di Zion, a cui è stata assegnata la nave Nabucodonosor. Si fida ciecamente dell’Oracolo e delle sue osservazioni, pertanto ha deciso di dedicare la propria vita alla ricerca dell’Eletto.

Trinity: ufficiale di primo grado della Nabucodonosor, uno dei membri più fidati ed abili di Morpheus. Come Neo, era una nota hacker prima che Morpheus la liberasse. Scoprirà che il legame che la lega a Neo sarà più profondo di una semplice amicizia.

Oracolo: un programma di Matrix che ha deciso di aiutare gli umani nella speranza di giungere alla pace.

Gli “agenti”: i guardiani di Matrix, coloro che devono vegliare sulla piattaforma digitale e assicurarsi che non vi siano interferenze o imperfezioni. Ulteriore compito è quello di identificare Morpheus e la propria squadra e possibilmente trovare i codici della città di Zion, per dare alle macchine la soluzione definitiva per vincere la guerra, stroncando la resistenza una volta per tutte.

Informazioni:

Regista: Le sorelle Wachowski

Data di Uscita: 1999

Articolo PrecedenteKill Bill: Volume Uno
Articolo SuccessivoLa maledizione della prima luna

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

LE Nostre guideShhhh è un segreto!
Non perderti nemmeno una delle nostre guide!

Pokemon Verde Foglia: (monoerba) Pt8 Settipelago e Sabrina

Presa la medaglia da Blaine, veniamo letteralmente rapiti da Bill che ci costringe a seguirlo al settipelago.Si tratta di un nuovo set di isole esclusive di questa versione del gioco e che non erano presenti nelle versioni originali di Pokemon Rosso/Blu/Verde/Giallo.Per proseguire la storia dovremmo esplorare le prime 3 isole e risolvere una specie di…

Dragon Quest 1 NES – Pt.2 Garinham

Eravamo rimasti ai pipistrelli e fantasmi.I 2 nuovi nemici non sono troppo forti ma sanno essere pallosi, in particolare i fantasmi richiedono tra i 3 e 4 colpi per essere uccisi.(Magari evitateli fino a che non salite al livello 4)Farmiamo un’altro pochetto, quel tanto che serve per riuscire finalmente a completare l’equipaggiamento base.Ora abbiamo una…

Dragon Quest 1 NES: Pt.3 Kol

In questa parte della “guida” (non è una vera guida ma più un let’s play per divertirci) ci dedichiamo al farming, tanto c’è poco da fare, bisogna livellare un pò altrimenti proseguire diventa impossibile.Nell’area circostante troveremo dei Magidrakee, sarebbero i pipistrelli rossi, la versione più forte dei pipistrelli base.A dire il vero forse sono anche…

Pokemon Verde Foglia: (monoerba) Pt.5 Erika e Torre Pokemon

Eravamo arrivati al covo Rocket collegato al casinò di Azzurropoli.Come “dungeon” non è troppo complicato, gli allenatori sono abbastanza debolucci e tutti con i classici pokemon da Team Rocket (Ekans, Koffing, Rattata, Zubat, Grimer)L’unica parte in cui bisogna accendere un minimo (ma proprio un minimo eh) il cervello è quella dei pannelli rotanti.Arriviamo davanti al…