Tekken: il gioco di combattimento che prende sul serio le storie delle donne

- Advertisement -

A la giovane donna si trova sulla tomba del padre attualmente scomparso, i suoi capelli biondi in una coda di cavallo. Dopo un 2d composto, posiziona i fiori sul fondo, quindi sente lo scricchiolio della ghiaia nel suo soccorso. Si gira di scatto, estrae la pistola e trova una signora bruna della sua stessa età. La bruna sorride debolmente e rassicura la bionda che non è più qui in guerra. Anche lei è qui per rendere omaggio. Passeggiano l'uno sull'altro, visibilmente fastidiosi nell'animazione a blocchi 1996, e decidono di far riposare la faida. A partire da tardi.

Ecco uno dei finali extra conservatori della leggenda per Nina Williams, un'amata combattente nella sequenza di giochi di combattimento di Tekken. Nelle conversazioni sui classici personaggi dei videogiochi femminili, nella maggior parte dei casi viene superata. Chung-Li di Avenue Fighter è la prima donna del genere combattente (i panini della Principessa Leia, le cosce che hanno lanciato migliaia di feticci “schiacciati per la perdita della vita”) e, sebbene Peach vinca il voto preferito, nessuno è mai stato chiuso a rubare La corona di Lara Croft per formula di onnipresenza iconica generale. Ma crescendo, Nina Williams era in qualche modo il mio personaggio preferito, il che naturalmente ha reso Tekken il mio titolo preferito per due partecipanti. Non era lecito che fosse irlandese – anche se ricordo di aver sentito senza fiato il 2d, ho imparato che nell'opuscolo di Tekken 2, era la prima volta che avevo qualcosa di elegante con una donna di un videogioco – era solito Mi sentivo come se sapessi problemi su di lei.

Dato che gli anni sono andati avanti, ho visto la sua contesa con sua sorella Anna da 30 – scene di clip 2D ottenute battendo il gioco con uno dei due personaggi, nella maggior parte casi che mostrano due aspetti dell'interazione identica. Passano dalla dinamica giocosamente combattiva, quasi erotica in Tekken 1, ai drammi in stile Dinastia in Tekken 2, andando avanti verso un'autodisciplina fantascientifica in Tekken 3 dove ciascuna sorella si trova sotto crio-sonno e Nina's le uova vengono raccolte per creare suo figlio, Steve Fox, su Tekken 4, dove una Nina ripulita dalla memoria viene abbassata nella dimensione per assassinare il figlio che non sa di avere e lo risparmia sulla chiusura 2d. C'è un extra, un extra extra. Tekken è la definizione stessa di “piuttosto molto”. È soap opera, anime, teatro, pubblicità di giocattoli. Combatti per ore con un personaggio per liberare 30 secondi di leggenda, quindi potresti per caso aggiungerlo a un album di alternative 30 – I clip 2d, molti dei quali non inventano quasi alcun senso, tuttavia devono essere riordinati collettivamente come frammenti del più ampio libro di memorie.

In Tekken, ogni personaggio è in ritardo con il proprio eroe, vero per cui entra nella partita Iron Fist, di solito a causa del fatto che vuole affrontare qualcuno, segnare una cosa o fermarne una. Nessuno entra mai in Iron Fist per i soldi o il diavolo di esso. Combattono per circa una dozzina di combattimenti di tre round, nella maggior parte dei casi terminano con un boss soprannaturale chiuso a imbattibile boss, e poi si incamminano verso il tramonto. E segniamo per immaginare come appare quel tramonto per loro. La cosa più incessante è Jun Kazama che prende un autobus per le viscere dei boschi. Più incessantemente sono Michelle e Julia Chang, rispettivamente archeologa e scienziata, che provano a decidere il Mishima Zaibatsu. Per me, Tekken è l'oro accettato nelle frasi dei classici giochi arcade usciti dalla sua formula per dimostrare centinaia di personaggi femminili.

Fluttuare qui è un intervallo di tempo relativo. Non ci sono ragazze scure nella sequenza. Stanno fumando tutte ragazze calde e follemente proporzionate con scelte folli di stile. Nina era, ragionevolmente molto semplicemente per i progettisti, messa sotto crio-sonno per 15 anni e si svegliò senza problemi in lei 20 s, mentre la faccia di Kazuya Mishima si dilapidava come un piano ferroviario sotto la pioggia. Ma in confronto con Avenue Fighter, Mortal Kombat, Pointless o Alive e con i diversi giochi di combattimento dell'epoca, le ragazze non hanno mai avuto ripensamenti tokenistici, lì per le donne che si sentono leggermente integrate e per i ragazzi a bocca aperta. Prendendo ogni personaggio in ritardo sul proprio eroe, dovevano necessariamente scrivere ogni )ritardo. Tekken esiste in un mondo folle e misto in cui le ragazze sono persone. A loro piace avere gelosie, rivalità e incomprensioni di lunga durata che si trasformano in faide per tutta la vita. A loro piacciono gli adolescenti, e a loro piacciono le emozioni non comuni di questi adolescenti. Anni formativi, madri, figlie, assassine, ragazze della natura, sexpot, ladri di demoni mascherati da gatti (Kunimitsu, non ci testiamo mai su di te!), Avevano tutti una stazione legittima come le parti maschili in guerra e una storia avanzata .

Tekken ti offre una leggenda in più rispetto a qualsiasi altro sport di combattimento e chiede ai suoi giocatori una maggiore flessibilità psicologica. Ogni volta che catturi l'incontro con un pugno di ferro con una personalità, ti viene data la loro vittoria e ciò che ne attua. Inoltre, esiste un universo parallelo di memorie che è il modello di eventi “fedele” del gioco: ogni sport Tekken ha un vincitore canonico e questa leggenda canonica si concentra sulla faida del sangue della famiglia Mishima.

Mentre ti capita di essere perplesso, non sei più da solo. “Come fai a ipotizzare di sapere che cosa è la verità ?” dice Awp Williams, un Tekken YouTuber. “La risposta sarebbe nella maggior parte dei casi aspettare a meno che il prossimo sport o sbirciare gli indizi nelle scene e nei dialoghi di altri personaggi all'interno dello sport identico o obsoleto e procedere da soli. Ciò che ho realizzato nel mio studio su Tekken da adulto è che queste scene / finali dimostrano cosa accadrebbe se si verificano determinate circostanze. Più in particolare, mostra ciò che una persona emanerebbe se si ritrovasse essenzialmente nell'autodisciplina in cui si intrecciano. Ti mostra ciò che crea una persona in particolare lo sono, che può darti indizi per scene che recitano soggetti alla leggenda canonica. È divertente teorizzare. ”

Raffinato e ingombrante? Interamente. Ma ha completamente reso Tekken uno dei giochi di combattimento più duraturi di tutti i tempi. Immagina qualsiasi soap opera o trama di esperti, Tekken esiste su un precetto di in media res : un universo in cui le esperienze non finiscono mai e non fondano mai, e il si prevede che lo spettatore comprenda o ignori ciò che non contrassegna. “Anche se non hai mai giocato a Tekken”, si legge in una recensione 2017 di Tekken 7 pubblicata su Mic, “l'ultimo sport non ha bisogno che tu inizi.” E sarebbe così, tuttavia per ogni singolo fan che Tekken potrebbe perdere, nasce un altro ossessivo. Uno che, come me, ha messo insieme questo album per più di due per un tempo prolungato, e non ha intenzione di fermarsi.

- Advertisement - link canale youtube
Advertismentspot_imgspot_img

Articoli consigliati

It Takes Two in offerta su Eneba!

It Takes Two è il gioco del 2021, ormai...

Destiny 2: guida alla location di Xur e alle esotiche della settimana (22-26 luglio)

Ciao guardiano! Inizia il weekend di Destiny 2 ed ICrewPlay con la...

Pokemon Scarlatto e Violetto: rivelato il peso dei 2 titoli

“Fisico o Digitale?” Anche per il futuro acquisto di...

Gale of Windoria: un RPG davvero per tutti!

Il panorama videoludico è davvero vasto e può raccogliere...

Forspoken: l’ultimo video è diventato un meme, perché considerato imbarazzante dai giocatori

L'ultimo video di Forspoken pubblicato dall'account ufficiale Twitter del...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui