Destiny 2, fai l’amore con il “sapore”. Questo potrebbe essere lo slogan che con l’avvento di Shadowkeep porterà un nuovo “sapore” in ogni stagione.

Sapore si fa per dire, nel primo Destiny gli artefatti aiutavano i guardiani nella loro avventura donandogli vantaggi e poteri aggiuntivi a quelli già posseduti. In I Signori del Ferro hanno portato modifiche decisamente importanti al modo di giocare, ma Bungie con Destiny 2 ha deciso di accantonare lo slot oggetto.

Finalmente a partire da Destiny 2: Shadowkeep i giocatori potranno ottenere un nuovo artefatto che li aiuterà nel loro viaggio.

Luke Smith afferma che: “Gli artefatti sono una parte della filosofia in Destiny 2, volta a garantire in futuro contenuti stagionali sempre migliori e slancio verso il gameplay”.

In ogni stagione i giocatori metteranno da parte il loro artefatto per iniziare la caccia di quello nuovo e quindi inserendo una nuova attività ciclica all’interno del gioco.

The Eye of the Gatelord – l’Artefatto mostrato nel ViDoc di Out of the Shadows – è correlato al Vex, che i giocatori combatteranno nel raid del Giardino Nero in Shadowkeep. Sebbene ci sia la possibilità che questo artefatto non sia la versione finale, dovrebbero comunque aspettarsi un artefatto tematicamente appropriato in base alla stagione.

Ma gli artefatti avranno un impatto assai maggiore sulla storia di Destiny!

Il connubio tra il sistema Armor 2.0 e gli artefatti potrebbero (e dovrebbero) dare vita a nuove tipologie di build per potenziare, rendere più efficaci e sorprendenti, le tue abilità di guardiano.

Presumibilmente ci saranno nuove abilità legate alla stagione di gioco e dedicate alle diverse tipologie di guardiani e delle mod installabili all’interno degli artefatti per renderli oltremodo unici.

Cosa vi aspettate cari lettori da Shadowkeep? E’ il DLC che cambierà in meglio o in peggio il mondo di gioco in Destiny 2? Fateci sapere la vostra nei commenti e rimanete sempre aggiornati con Gaming Today!

Seguici anche su Facebook

Rispondi