Andiamo a scoprire cos’è successo in questa giornata di LEC. Avviso ai deboli di cuore: tenetevi pronti al peggio.

SK Gaming – Splyce
L’ottima partenza del solito Selfmade (5/2/8 su Sejuani) sembra essere abbastanza per garantire le risorse necessarie ai suoi alleati, specialmente Jenax su Renekton (4/4/5) e Crownshot e Dreams su Ashe e Tahm Kench (3/5/9 e 0/3/12), così da annullare il Sylas di Humanoid e la coppia Xayah – Rakan di Kobbe e Norskeren (rispettivamente 3/4/4, 9/2/5 e 1/5/14). Nella fase centrale però i tedeschi rallentano, permettendo alle vipere di risalire la differenza in gold, grazie ad una migliore capacità di teamfight, con un buon Gragas per Xerxe (1/2/10) e un Vizicsacsi che cresce, dopo una corsia sofferta per il suo Gangplank (1/2/9) contro il Corki di Sacre (3/1/4). Nel late game il ritmo rallenta ulteriormente, con molti teamfight sporchi che non favoriscono nessuna delle due formazioni nella conquista di obiettivi. Bisogna aspettare il 38′ e la conquista del Drago Antico da parte Splyce per lo scontro decisivo, con gli spagnoli che si portano sempre più vicini al secondo posto. GG SPY.

Schalke 04 – Rogue
La partita inizia piano, con nessuno dei due jungler in grado di imporsi. Ma se Inspired preferisce farmare per fare scalare il suo Sylas (0/0/10), è strana la passività dell’Elise di Trick, autore di una partita molto negativa con molti errori meccanici (0/4/1). Per circa 15 minuti non accade praticamente nulla, ma nelle fasi centrali la composizione dei Rogue inizia a far paura, con la Qyiana di Finn e l’Akali di Larssen (6/0/7 e 6/0/5) in totale controllo, mentre Vander organizza le schermaglie con Alistar (1/1/13). Nessuna risposta da parte Schalke, con i tedeschi forse rilassati dopo l’aver già conquistato un posto ai playoff – la loro prima ed unica uccisione arriva al 28′ per mano di Upset (1/3/0 su Tristana), ma serve a ben poco. L’ultimo teamfight dei Rogue è forse una delle migliori esecuzioni di squadra dell’intero split. GG RGE.

Origen – Excel
Partita martoriata da una lunga pausa (dovuta ad un bug che ha portato ad un chronobreak), nelle fasi iniziali gli XL trovano un bel vantaggio con Caedrel, Expect e Mickey (Jarvan IV 1/2/6, Renekton 2/3/5 e Sylas 6/3/2) in corsia superiore, ai danni di un Alphari piuttosto sacrificato su Aatrox (3/3/5). Con il passare del tempo la coppia mid/jungle degli Origen però inizia a farsi più presente, con un Kold solido su Gragas (6/2/8) ed un Nukeduck pronto a premere l’acceleratore su Akali quando necessario, in particolare contro un Mickey meno lucido dell’avvio di partita. Dopo alcune schermaglie non pulitissime, la botlane degli Origen inizia a venire fuori, con la Tristana di Patrik a mettere giù i suoi danni (chiudendo 6/0/7) e Mithy ad intimorire gli avversari con Nautilus (0/0/8). Alphari si prende la rivincita sugli avversari iniziando ottimamente l’ultimo scontro della partita, portando alla vittoria dei suoi. GG OG.

Misfits – G2 Esports
Partita tutto fuorché pulita, con i G2 ormai con la Top 2 a portata di mano e i Misfits ben lontani dai playoff. I samurai continuano a puntare allo spettacolo: il prossimo della serie dei pick esotici di queste ultime settimane è la Soraka top di Wunder (0/2/11) – annunciata nei giorni passati su Twitter. Nelle fasi iniziali Jankos (su Qyiana, 11/4/3) prova a premere in corsia inferiore per favorire Lucian-Yuumi di Perkz e MikyX (4/2/9 e 3/5/14), ma Kirei risponde ottimamente sul suo Xin Zhao (6/8/2) permettendo ad Hans Sama e Doss su Xayah e Rakan di ottenere risorse (6/3/4 e 0/2/10 conclusivo per la botlane dei conigli). In corsia centrale Azir e Sylas di Caps e LIDER si scambiano ben più di un’occhiataccia (4/3/7 e 2/5/1 per i due midlaner), ma  presto la presenza di Qyiana diventa troppo pressante nonostante la falsa partenza. Nella lunga serie di schermaglie che seguono nessuna delle due squadre sembra davvero imporsi più dell’altra, ed alla fine sarà solo il puro talento meccanico dei G2 a premiarli, con un Jankos ancora esplosivo e Caps e Perkz particolarmente balls out nella base nemica. GG G2.

Ci aveva avvisato

Fnatic – Vitality
Se la partita precedente è stata poco pulita, questa è probabilmente definibile solo come fiesta, con i Fnatic che tirano fuori dal cappello la botlane Garen-Yuumi per Rekkles e Hylissang (4/3/8 e 2/2/16 finale) e i  Vitality che rispondono  con Lucian per Attila (2/3/8) e Volibear –  counter diretto di Yuumi, già giocato support in Corea da qualche patch – per Jactroll (4/7/6). I primi livelli del condottiero demaciano sono pressoché infernali, con Mowgli (su Olaf, 3/5/4) e Jiizuke (su Sylas, 3/3/6) che ne approfittano per portare a casa preziosi gold. Così facendo però le vespe permettono al Corki di Nemesis e allo Jayce di Bwipo (rispettivamente 9/2/9 e 5/2/6) di ottenere risorse gratuite – tra cui un Drago Infernale rubato ad un Mowgli lasciato solo. Le schermaglie continuano a non essere pulite, ma lo scaling dei Fnatic – unito alla loro capacità di harrassare gli avversari – è semplicemente troppo migliore degli avversari. GG FNC. 

Rispondi