Home Recensioni Anime Nanatsu no Taizai Wrath of the Gods ep 3 x 03

Nanatsu no Taizai Wrath of the Gods ep 3 x 03

0
Nanatsu no Taizai Wrath of the Gods ep 3 x 03

le coscienze di King e Diane sono state mandate indietro nel tempo e si reincarnate nei corpi di Gloxinia e Drole.
Questo fà parte del test per accrescere i loro poteri, come avevamo visto nella puntata precedente, i 2 si ritrovanocatapultati a 3000 anni prima ed insieme a Meliodas e Elizabeth ingaggiano un combattimento contro un gruppo di demoni.
Tra di loro c’è anche Calmadios uno dei 10 comandamenti.
A dire il vero quest’ultimo viene sconfitto anche abbastanza velocemente, in generale il conflitto è piuttosto veloce e neanche troppo impegnativo.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Una volta salvati gli umani, uno di questi Rou e i suoi uomini decidono di unirsi al gruppo di Meliodas e li seguono fino alla forseta delle fate.
La foresta è diversa da come appare al giorno d’oggi, il potere magico al suo interno è molto più potente e al centro si erge una gigantesca torre che sempra fatta di luce, chiama Stigma.
Questo rappresenta il quartier generale delle forze del bene, ad accoglierli in maniera non tanto cortese ci sono alcuni esponenti della razza delle dee, Nerobasta e l’arcangelo Ludociel.
In particolare quest’ultimo sembra tutto tranne che una figura di pace angelica, infatti proclama apertamente il suo desiderio di spazzare completamente via dalla faccia della terra l’intera razza dei demoni, senza pietà nemmeno per coloro che li stanno aiutando come Meliodas.

Scopriamo alcune cose interessanti come il fatto che Gerharde e Gloxinia sono fratello e sorella e che Ludociel ha piazzato nella foresta una strana energia magica che imprigiona al suo interno i demoni catturati durante gli scontri.
Questi vengono mantenuti in stato di sospensione e usati come esca viva per attitrare i loro compagni demoni.
La razza dei demoni non tarda più di tanto e si presenta al confine della foresta per contrattare la liberazione degli ostaggi, qui Elizabeth e Derieri iniziano a trattare.
Peccato che l’intenzione di Ludociel non sia mai stata quella di liberare veramente gli ostaggi, infatti alla prima occasione li elimina tutti davanti agli occhi increduli dei loro compagni.
Tra di loro c’era anche la sorella di Derieri, che ovviamente non la prende bene e si accanisce su Elizabeth.
Poco prima della fine, vediamo comprarire due figure che risplendono di luce, si tratta degli arcangeli, i quali sembra vogliano scendere in campo e mettere fine alla battaglia una volta per tutte.

CONSIDERAZIONI
La cosa inizia a diventare interessante, vediamo questa lotto continua tra forze del bene e del male, con il classico, “non tutti i demoni sono cattivi e non tutti gli angeli sono buoni”.
Questo ritorno al passato, è utile per farci conoscere meglio alcuni personaggi come Derieri e Monspeet, che nel presente sono stati liquidati senza troppe storie.
Questa storia dei demoni contro gli angeli ha un che alla “Bastrad!!” però meno cazzuto e più incentrato sui classici clichè da shonen buono e puro che sembrano andare di moda.
Spero solo che Nanatsu non cada nel banale ricorrendo alle solite trame trite e ritrite e che non venga allungato troppo il brodo.

<–Episodio precedente / Episodio successivo–>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: