Grandi novità e annunci inspettati per l’uscita de I Rinnegati, il DLC di Destiny 2.

Scott Taylor di Bungie in un’intervista a GamesRadar ha annuncia che la storia di Destiny 2: I Rinnegati non seguirà lo stile classico della saga, ma tenterà un nuovo approccio per portare un po’ di innovazione e sfida al comparto narrativo.

Nell’ultimo trailer dell’espansione, si vede Uldren, il villain principale, uccidere Cayde, questo darà al team un pretesto per rivoluzionare la narrazione e permettere al giocatore di andare a caccia dei Baroni nell’ordine che preferiranno.

[btx_video type=”external” video_url=”https://www.youtube.com/watch?v=CYcSaEol09M”]

Chiaramente ogni nemico avrà un livello minimo consigliato, ma questa inconsueta libertà di conduzione degli eventi da parte di Bungie donerà sicuramente più gusto alle missioni: secondo Scott Taylor, i giocatori si troveranno a collaborare per stabilire una “via ideale” o definiamola più congeniale, per completare la campagna e dare la caccia ai bersagli nel modo più semplice possibile prima di raggiungere il boss finale che sarà Uldren, per l’appunto e portare a termine la storia.

Destiny 2: I Rinnegati sarà disponibile dal 4 settembre 2018 su PC, PS4 e Xbox One, ma per poter accedere alla nuova avventura avrete bisogno di una copia del gioco originale e dei due DLC lanciati finora.

 

Novità Fondamentali de I Rinnegati nuovo DLC per Destiny 2

  • La Trama: L’espansione avrà inizio con un’evasione di massa dalla prigione degli anziani sotto il controllo di Cayde 6, che a quanto pare aveva rinchiuso 8 detenuti molto pericolosi. Il contenuto promette di portare un feeling molto western all’interno del titolo.
  • La Riva Contorta: Non abbiamo ricevuto molte informazioni riguardo la nuova destinazione, ma lo stile visto nel Vidoc ricorda molto da vicino quello dell’atollo del primo Destiny, con cieli violacei e strutture molto particolari. Stando alle parole di DeeJ, si tratta di una catena di asteroidi decisamente pericolosa, e mostrerà ai giocatori il lato più oscuro dei Guardiani.
  • Nuovi Caduti: Si fanno chiamare Baroni, e sembrano decisamente pericolosi. L’intero DLC è ricamato appunto attorno alla razza degli Eliksni, e ci porterà a visitare…
  • La Città Sognante: La Città Sognante è la terra natale dei Caduti. Non solo sarà una zona completamente esplorabile simile all’Astrocorazzata, e quindi disseminata di segreti, ma sarà anche influenzata dai progressi dei giocatori. Ossia cambierà radicalmente settimana dopo settimana, svelando continuamente nuovi misteri. Gli sviluppatori la hanno definita come il luogo dove trovare le sfide più ardue e i segreti più complessi, interamente pensata per contenuti endgame.
  • Nuovo Raid: Il raid avrà luogo proprio nella Città Sognante dei Caduti, e sarà l’incursione con più boss nella storia di Destiny. Vista la natura enigmatica della location, si prospetta come un’esperienza molto particolare: è infatti stata abbandonata l’idea dei Raid Lair introdotti con il Leviatano, in favore di un ritorno al passato. Per usare le parole degli sviluppatori, “è come se la Volta di Vetro e l’Astrocorazzata avessero avuto un figlio”.
  • Nuove Sottoclassi: Nel Vidoc, abbiamo potuto intravederne parecchie: un Titano Solare armato di un gigantesco martello e capace di scagliare colpi che generano tornado infuocati; uno Stregone del Vuoto in grado di sfruttare il teletrasporto ed esplodere in una gigantesca onda d’urto; un velocissimo Cacciatore Solare armato di pugnali e infine quello che sembra proprio uno Stregone ad Arco capace di lanciare una vera e propria onda energetica contro i nemici.
  • Archi: Si tratta di una categoria di armi interamente nuova, veloce e letale. L’arco influenzerà sostanzialmente il gameplay, diventando una sorta di cecchino a medio raggio.
  • Nuove Esotiche: Abbiamo visto qualche nuovo elmo nel trailer, ma restiamo in attesa di dettagli.

Rispondi